Manca un mese, per lo Sport Leaders Club, all’ appuntamento romano.
Replichiamo nella citta’ con realta’ sportive importanti, il 12 Luglio, ospitati nuovamente dagli amici del Corriere dello sport.

La precedente edizione è stata ricca di spunti e molto partecipata anche da chi non ci conosceva.
I feedback positivi, l’alto interesse e la totale apertura agli argomenti proposti ci hanno spinti a ritornare.

Confidiamo nella partecipazione da parte di attori nuovi, che possano arricchire questo scenario dalle infinite sfaccettature: Società sportive, Federazioni, Leghe, Aziende Sponsor e fornitrici di soluzioni e strumenti per lo sport.

Noi di Jo.in Events siamo pronti per incontrare tutti i protagonisti: condivideremo esperienze e visioni.

Nasceranno sicuramente nuovi spunti per portare avanti la nostra mission…ispirandoci ai grandi protagonisti dello Sport Business!

 

 

Siamo felici di comunicarvi che da oggi.. “Il nostro sito c’è”!
https://joinevents.it/

Lo abbiamo stravolto dall’idea originale di un classico sito vetrina “istituzionale”.
E’ diventato qualcosa di più fresco e smart … Costantemente in evoluzione come l’identità di Jo.in Events.

Un blog interattivo che ci permetta anche di coinvolgere con commenti le Aziende che ci danno e daranno fiducia, mettendoci in contatto con le persone che avranno la curiosità e la voglia di leggerci.

Un grazie immenso a Mimmo Mazzella e alle sue Visioni: da subito ha insistito per dargli questa forma. Adesso che fisicamente esiste ne siamo felicissimi:
“Senza di lui questo oggi …sarebbe stato diverso!”

Grazie a Ivo Pionna, che con le sue idee, la sua capacità di ascoltare e proporre nuove soluzioni ha realizzato nelle tempistiche prospettate il nostro sito.
Non ha lesinato consulenza e non si è stupito per le domande che gli ponevamo, accompagnandoci a superare i dubbi e le incertezze.

Ringraziamo anche quelli che ci hanno abbandonato prima ancora di iniziare.
Abbiamo tardato un po’, ma per noi è stata una bella opportunità.
Aprire la nostra mente ad un format completamente diverso ci ha permesso anche di ritrovare la voglia di scrivere:
“Una magia vera per raccontare quello che stiamo vivendo!”

E adesso?
… Ci piacerebbe ispirarci citando un famoso spot “Join our mission to fascinate & inspire”!

Lo chiamano NBA e  per chi è appassionato di “basketball” non è un semplice campionato.

Per chi segue le partite di notte… per chi le guarda e le riguarda  mille volte per  studiarne gli schemi, la gestualità, quella fisicità e spettacolarità tipica dei suoi giocatori, è un sogno  vedere dal vivo una partita, tra i colori, i rumori e gli odori delle arene americane…. uno di quelli  che compongono la lista immaginaria dei desideri da realizzare almeno una volta nella vita.
E’ stato così anche per noi… con i Golden State Warriors.
Arrivare da San Francisco all’Oracle Arena ad Oakland è già emozionante: il clima partita lo inizi a vivere  in “subway”, mentre attraversi la baia, con i tifosi vestiti in giallo e blu… gli stessi colori della nostra città, casualità?Scesi  dalla metro si percorre un tratto di strada a piedi, tra i venditori ambulanti che si preparano con dei tavolini improvvisati alla vendita di cibo e bevande. L’accreditamento è veloce, tutti composti in attesa di entrare. Il clima è informale, lunghe le code agli store del merchandising e ai bar dell’arena.
Da spettatore alla “sua prima volta”, ti colpiscono la quantità di gente, le luci, i led, i video, la musica, le attività offerte dagli sponsor: ti rendi davvero conto che cosa è l’NBA… “Uno spettacolo nello spettacolo“, dove ogni minuto non trascorre senza intrattenimento.

Per chi come noi fa questo di mestiere, ogni cosa può diventare un’ispirazione: bisogna essere attenti ai dettagli, capire cosa potrebbe essere interessante provare a realizzare, trovare nuovi spunti da utilizzare per  le attività e gli eventi che si voglia creare e sperimentare per e con i propri clienti.

Creare interazione con gli spettatori, con meccanismi che li coinvolgano al meglio in un contesto unico e positivo…quello che li lega alla propria squadra, fonte di un’emozione che spesso esula dal risultato sportivo vero e proprio.

Abbiamo visto molte attività e spettacoli in campo che se dovessimo pensare di replicare nei nostri palazzetti… forse “non verrebbero capiti” per culture e predisposizioni diverse.

Impossibile pensare di portare il gruppo folcloristico di qualche isola esotica ad esibirsi con le canne di bambù sul parquet di qualche palazzetto? Potremmo provare. Avrebbero appeal i giochi offerti dagli sponsor con in palio denaro? Forse sì, ma in Italia ad oggi non è replicabile.

C’è piaciuta anche questa parte dell’America, il trovarci tra i colori giallo e blu, immersi in un’euforia collettiva, che ti coinvolge e che ti stravolge e che darà sicuramente degli input ad eventi che verranno per Jo.in Events.
In tutto questo ci sono anche intrecci  e relazioni che a volte non puoi spiegare, ma che puoi solo raccontare ed è per questo ci fa piacere evidenziare che i Golden State Warriors sono anche i vincitori del NBA…proprio nell’anno della nostra prima volta.

Ci siamo piaciuti da subito e abbiamo deciso di collaborare insieme a quello che abbiamo chiamato un “Progetto in movimento”.
Siamo ad Avigliana, in un piccolo circolo di tennis, con un ristorante gestito da due cuochi speciali: www.greenvillageclub.it.
Il posto è davvero fantastico, affacciato sul Lago e fonte di grande ispirazione per chi lavora -come noi- con la creatività e ne è costantemente alla ricerca.

E’ nata così la nostra collaborazione, in modo semplice, come le migliori cose belle che ti capitano: ci siamo fatti ispirare dalle fredde piogge di novembre e da quella nebbiolina che ti avvolge per bene in inverno; ci siamo ispirati alla natura che piano piano si risvegliava, alla luce che il Lago rifletteva nei pomeriggi dei primi caldi e al tramontare del sole. Forse è stata anche la sagoma della Sacra di San Michele all’Orizzonte… ma alla fine ne è nato un progetto davvero bello, in cui credere e da condividere con le Aziende che già ci conoscono e con quelle che ancora non ci hanno incontrati.

Il lavoro è stato più lungo di quanto prospettato: abbiamo immaginato spazi nuovi che potessero dare bella visibilità ai Partner, studiato un’immagine coordinata, dato una nuova vita ad aree mai utilizzate e modificato la destinazione di altre.

Ci va fantasia, ma quando hai un team di persone che ti seguono nelle- a volte- deliranti immaginazioni.. tutto prende davvero forma!
Ringraziamo a tal proposito Marco Carbone, Franca Scalise e Diego Bassi… che hanno creduto e dato fiducia a Jo.in Events; per la pazienza l’Architetto Antonio Capozzi, che ha deciso di farsi trasportare in un mondo tutto nuovo… Lui progetta case, ma si è messo in gioco alla grande rispettando le tempistiche e aprendo la porta a visioni diverse …

E adesso che ci sono le basi del progetto e tante, tantissime cose da fare ancora, il lavoro è solo all’inizio.
Stiamo coinvolgendo le Aziende, perché questi progetti immaginati, stravolti e rimessi su carta diventino reali e visibili e perché il Village possa diventare la location riferimento per le Aziende che vogliano organizzare eventi, avere visibilità e fare Pubbliche relazioni in uno scorcio davvero magico di mondo.

Ci crediamo!

Non hanno case bellissime, solo qualche “Vittoriana” alternata a “cubi di legno, di alluminio e vetri” che sembrano fuoriuscite dalle matite tristi di bambini svogliati…. Poi d’un tratto appaiono così, in un angolo di mondo, fantastici murales, mixati ad istallazioni. Insieme creano una suggestiva alchimia capace di accompagnarti in un mondo davvero leggero e fantastico. San Francisco è anche questo… e da questo potremmo prender spunto per quegli angoli grigi delle nostre città, usando quella creatività che tutto il mondo ci riconosce.

Forse non tutti sanno che esistono in Italia scuole e Accademie prestigiose che insegnano, qualificano e certificano le capacità di quelli che saranno gli “Chef” italiani, quelli che cucineranno piatti all’insegna della tradizionale cucina italiana, rivisitata in chiave moderna e che porteranno avanti la cultura del cibo italiano, famoso in tutto il mondo.

Si perché anche in cucina, come in ogni altro settore, esiste l’innovazione e noi lo abbiamo imparato e vissuto al fianco di un amico, uno Chef, aprendoci ad mondo completamente nuovo, affascinante per molti versi e duro spietato sotto mille altri.

Marco Carbone lavora nel suo Ristorante “Le Maddalene” che gestisce insieme alla moglie.
Aperto tre anni fa, dopo una lunga gavetta, i numeri di presenze crescenti danno ragione alla sua scelta di  sperimentare, utilizzando solo materie prime che personalmente e quotidianamente acquista nei mercati locali.

Come i grandi professionisti fanno, non si è mai fermato, perché la voglia di conoscere, imparare nuove tecniche per differenziarsi e per stimolare la sua creatività non gli manca:  le sfide sono la molla per continuare a migliorarsi in quello che più gli piace fare.

Raccontare di lui e della sua storia, ci rende orgogliosi.

Abbiamo vissuto, grazie ai suoi racconti settimanali, il percorso di un anno presso l'”Accademia di grande Cucina”, con i più prestigiosi Chef italiani e siamo felici di averlo “accompagnato” alla prova più importante- l’esame finale- contribuendo all’esito positivo, che lo ha visto tra i migliori Chef diplomati.

Abbiamo redatto la tesi, curandone la grafica, il concept e l’impaginazione, permettendogli di differenziarsi, anche nella forma, oltre che per capacità.

Un menù di quattro piatti, completo di descrizione del concept – “L’eleganza del bianco e del nero”- e quella minuziosa per la preparazione dei piatti.

Questa esperienza ci ha fatto capire che possiamo, grazie al nostro “know -how”, esplorare nuove realtà, in cui mettere a disposizione idee, creatività, stili e forma… “Siamo pronti per la prossima sfida!”

Forum terminato. Due giornate intense, ricche di spunti e nuove energie per i progetti che ci aspettano nello e per lo sport.

Abbiamo avuto grandi ospiti anche internazionali.
Bello l’incontro e la chiacchierata con Mike Farnan: una grande fortuna lo scambio di esperienze.
… Brillante… adrenalinico… con una simpatia ed empatia davvero uniche!

Importanti le esperienze portate dai grandi attori del mondo dello sport.
Tutto ciò per stimolare la nostra voglia di studiare, essere attivi e attenti a quelli che sono i cambiamenti e le tendenze dell'”industria Sport”.
Potrebbero darci lo spunto per essere noi propulsori di nuove visioni?

La nostra voglia di metterci al lavoro riparte da qui.
Grazie a tutto lo staff dello Sport Leaders Club: Mimmo Mazzella, Antonello Bisogno, Silvia Criscione, Cristina Mason….
E adesso -piu’ che mai- “Let’s run the future!”