Il 23 marzo è stata per Jo.in Events una giornata da record:

“La gestione in contemporanea di TRE diversi eventi in TRE diverse Regioni d’Italia: Piemonte, Lombardia e Lazio”.

TRE EVENTI IN CONTEMPORANEA IN TRE REGIONI D’ITALIA

– Alessandria: “A spasso con Leonardo“presso il concessionario Volkswagen Bimauto.
I bambini sono stati coinvolti con magia e creatività  in lezioni sulla sicurezza stradale dal nostro Leonardo Da Vinci.

– Legnano: “Galà di Primavera”, importantissimo e prestigioso evento che ci ha visto protagonisti al Palaborsani.
Abbiamo gestito l’evento a fianco del Gran Maestro- Alberto Oldrini- con allestimenti, catering e proiezioni sui tavoli degli ospiti.

– Roma: “Family day” di Enel.
Una giornata all’insegna di performance artistiche, che hanno preceduto l’ingresso di due nomi noti del panorama musicale italiano… “Benji e Fede”.

LA NOSTRA MISSION

Quando ci chiedono quale sia il nostro modus operandi e la nostra mission rispondiamo che

“Jo.in Events è la “smart agency”, intesa anche come un progetto aperto a persone che vogliano condividere professionalità, valori e esperienze per la realizzazione di progetti unici e straordinari”.

Crediamo che alla base dei nostri risultati vi siano sicuramente la passione e l’entusiasmo che ci animano, ma anche la grande apertura di un progetto più ampio, che vogliamo condividere con chi vorrà  seguirci.

ENTRARE IN UN PROGETTO PER ESSERE PROTAGONISTI

I nostri collaboratori, entrano nel mondo di Jo.in Events sentendosene da subito parte, potendo esprimere al massimo la propria professionalità  e personalità.

Da parte nostra il grande rispetto della persona, intesa come l’insieme di valori, esperienze e ideali.

IL RISULTATO

E’ stato questo che ci ha permesso di arrivare oggi a potere gestire in contemporanea tre eventi con brand importanti, grazie a tre team di lavoro autonomi.

Il rispetto delle regole di etica e di correttezza sono elementi per noi alla base di un rapporto professionale e personale sano e duraturo.

Events by Jo.in Events

Tipologia di evento: Family day
Attività: Proposta artisti
Cliente: Hdra – Enel
Team Jo.in Events: Totale n. 10 persone
Direttore progetto, project manager, direttore artistico, b-boys, assistenti, Bubble artist.

Siamo a Roma presso il nuovo spazio eventi “Ragusa OFF”.
E’ il giorno del Family Day per Enel e siamo stati scelti per le performance artistiche che abbiamo proposto per lo spettacolo live.

Le richieste

Crew di break dance
Sono i “B- boys”, i ragazzi dalle performance e coreografie strabilianti.
Con loro abbiamo già realizzato lo spettacolo live per l’Olimpia Milano in occasione di una partita di Eurolega, alla presenza del grande patron, Giorgio Armani.
Evoluzioni, salti e acrobazie anche questa volta hanno lasciato tutti senza fiato. Una carica di energia bella, positiva e pura…

Bubbles artist
La richiesta del cliente: un artista di bolle di sapone.
La nostra proposta: l’artista che con le bolle racconta storie magiche.
E’ il portabandiera italiano della creatività in tutto il mondo e riportarlo a Roma per noi è stato emozionante.
Adulti e bambini sono stati coinvolti e attratti dalla sua maestria ed eleganza: il suo nome Marco Zoppi.

Cosa ci è piaciuto?
Le emozioni, il grande entusiasmo e il coinvolgimento che siamo stati in grado di creare con il pubblico: oltre 6000 le presenze registrate.

L’organizzazione di Enel impeccabile: allestimenti, catering, area palco, regia.
Siamo stati orgogliosi si contribuire anche noi al successo dell’evento.
Vogliamo creare emozioni e anche questa volta siamo certi di esserci riusciti.

Cosa rimarrà di questa esperienza ?
Ritrovare la crew di b-boys in un progetto per ragazzi per un grande cliente è stata la conferma che le belle sinergie si rinnovano.
Proporre e lavorare con un artista italiano, abituato a lavorare all’estero ci ha fatto vivere tutti i colori dei mondi da lui visitati.

Ringraziamenti
Ringraziamo l’Agenzia Hdrà, in particolare Manuela Prinzis, per avere scelto le nostre proposte artistiche. E’ stato un bel momento di confronto e una “grande opportunità”, anche per i nostri artisti.
L’organizzazione, la cura e l’attenzione a noi riservate ci hanno fatto sentire davvero parte di un bel progetto: orgogliosi di aver contribuito con la nostra presenza all’evento.

Tutto il team di Jo.in Events. Un grazie particolare a Paola Patriarca, il suo supporto è stato fondamentale per la realizzazione del progetto. Grazie a tutti i nostri artisti, professionisti capaci di adattarsi al contesto e alle criticità tipiche degli eventi live, rendendo il tutto veramente unico e ricco di belle emozioni.

Tipologia di evento: Reveal NUOVA BMW SERIE 3
Servizio offerto: Ideazione, realizzazione, gestione spettacolo olografico.
Cliente: biAuto- Biasotti Group
Team Jo.in Events: Totale n. 12 persone.
Responsabile progetto, responsabile tecnologia, regista, attore, doppiatrice, grafico, allestitori, addetti alla regia, fotografo e videomaker.

Perché lo spettacolo olografico?

Abbiamo presentato una serie di strumenti innovativi e tecnologici che si sposassero con la filosofia del brand BMW, sempre all’avanguardia dal fronte della ricerca tecnologica.
La scelta del cliente è stata quella dello spettacolo olografico.
Era il miglior strumento che potesse raccontare l’intelligenza artificiale, mediante la realizzazione dell’avatar di un personaggio reale, che interagisse con il 3D della NUOVA BMW 3 SERIES.

Obiettivi

1- Trasmettere l’idea d’innovazione: lo spettacolo olografico per il reveal introduce l’alta tecnologia della NUOVA BMW SERIE 3.

2- Catturare l’attenzione di tutti gli ospiti facendo conoscere in modo efficace il prodotto, nei giusti tempi e in modo coinvolgente. 

3- Spiegare in un modo nuovo ai clienti e prospect le caratteristiche della NUOVA BMW 3 SERIES mediante l’utilizzo dello storytelling e della tecnologia.

“Giorgio”- l’avatar- e “Eva” – l’intelligenza artificiale- hanno anticipato alcune delle funzioni più accattivanti del nuovo modello BMW:

– PERSONAL ASSISTANT
– PACK OFFICE
– 365 CONNECT DRIVE
– OVER THE AIR MAP UPDATE
– fari “LASERLIGHT
– DIGITAL KEY

Criticità?  Per noi… “Sempre opportunità!” 

1- Il 3D dell’auto 

Il poco tempo a disposizione per la realizzazione dei contenuti multimediali è stato per noi una vera e propria sfida: realizzare anche il 3D della NUOVA BMW Serie 3, protagonista principale dello show la nostra migliore conquista.
La ricostruzione ha inciso per il 50% del tempo per la realizzazione di tutti i contenuti grafici. Ma ne è valsa la pena per il risultato. Dopo questa esperienza siamo sempre più convinti che le criticità si possano trasformare in opportunità!

2- Location

Tre location con caratteristiche diverse per i tre eventi di presentazione.

Abbiamo realizzato un progetto unico che: 
a- si adattasse alle esigenze del Cliente e alle location scelte; 
b- avesse come caratteristica la massima resa e  flessibilità; 
c- ottimizzando i costi di progettazione e realizzazione dei contenuti multimediali.

Inoltre, il tutto è stato studiato affinché lo spettacolo potesse essere fruibile da tutti gli spettatori presenti. E’ stata costruita -per questo obiettivo- una struttura adattabile per dimensioni, condizioni di luce e prospettiva di visione alla singola location.

– La Lavanderia a Vapore di Collegno (To): ci ha permesso di accostare l’ologramma con la macchina reale. Lo spettacolo è stato fruibile dalle tribune del teatro con un impatto scenico unico ed una attenzione esclusiva da parte del pubblico presente.

– Lo spazio officina del Concessionario Autobi (Ge): abbiamo realizzato un “cubo” per la proiezione ricavato in una nicchia che meglio si prestasse allo spettacolo per posizione ed esposizione alla luce. La progettazione e l’allestimento sono stati complessi, ma il risultato finale ha ricevuto apprezzamenti positivi sia per resa, che per estetica. Abbiamo realizzato un secondo video olografico da proiettare in loop, a seguito dello spettacolo, per permettere agli ospiti di soffermarsi sui contenuti tecnologici della NUOVA BMW SERIE 3.

– Lo spazio Miroglio ad Alba, scelto per la tappa conclusiva del tour di presentazione, ci ha consentito di sfruttare al meglio le altezze a disposizione, permettendoci di alzare la struttura e la proiezione a favore della massima visibilità da parte del pubblico presente. Anche in questo caso è stato proiettato per tutto l’evento il video in loop per gli ospiti.

Ringraziamo

BiAuto e Biasotti Group che, come veri antesignani, hanno creduto nel racconto del progetto trasformandolo in realtà: un evento reale, da loro definito “all’insegna di quell’originalità e di quella passione per le cose fatte per bene.”

Tutto il team di Jo.in Events che con passione e grande energia positiva ha interpretato al meglio quel progetto inizialmente immaginato e raccontato.

Giorgio Centamore noto comico e attore, che nei film di Aldo, Giovanni e Giacomo.. “muore sempre”. Questa volta, con noi, si è solo trasformato in un “AVATAR”. Se lo incontrate saprà raccontarvi tutte le nuove caratteristiche della nuova BMW Serie 3.

Orsetta Borghero voce e interprete delle più famose pubblicità radio e tv italiane. La sua voce è semplicemente perfetta per “Eva”… la nostra INTELLIGENT PERSONAL ASSISTANT.

I numeri

– N. 3 settimane totali per: meeting, stesura storyboard, sopralluoghi, realizzazione contenuti grafici e multimediali, creazione squadra di lavoro e gestione eventi su tre città diverse.
– N. 5 città coinvolte: Torino, Genova, Alba, Milano e Varese.
– N. 3 città evento: Torino, Genova, Alba.
– N. 12 ore di registrazione in sala prove con attore, regista e doppiatrice.
– N. 84 ore per la realizzazione del 3D dell’auto e dei contenuti multimediali.
– N. 72 ore di allestimento.
– Oltre 600 persone ospiti.

Events by #Joinevents

A spasso con Leonardo è l’evento/tour dedicato ai bambini sulla sicurezza stradale.

Bambini autori di magia, creatività e sicurezza.

Una favola poetica che accompagna il bambino protagonista a conoscere “Leonardo da Vinci” a trascorrere un po’ di tempo in sua compagnia, diventando lui stesso colui che insegna e impara.

Diverse le tematiche: TECNOLOGIA, AVANGUARDIA, GENIO E CREATIVITÀ.

Perché proprio Leonardo da Vinci?

Ricorre l’anno dei 500 anni dalla sua morte e il suo personaggio è espressione di genio indiscusso, creatore di opere futuristiche e per questo motivo anche Mago.

L’abilità di immaginare è anche magia, quella che ci piacerebbe alimentare nei bambini di oggi.

Dove e per chi?

L’ evento è adattabile a spazi e contesti, per tour promozionali, per brand che mirino ad un grande valore di immagine.

Possiamo supportarvi  anche per lo sviluppo di nuovi contenuti e per la realizzazione di un PIANO DI COMUNICAZIONE mirato al successo dell’evento.

Quali personaggi

LEONARDO DA VINCI: cade in un wormhole e si ritrova spaesato in mezzo alle nuove tecnologie. I bambini gli spiegheranno cosa e come fare ad orientarsi in mezzo alla nuova tecnologia.

IL MECCANICO: è il personaggio dell’officina che aiuterà  i bambini a creare ed assemblare le macchine del futuro.

IL VIGILE: dopo la “scuola guida” alla scoperta dei segnali stradali , controllerà che durante il percorso i bambini sappiano riconoscerli e rispettarli e possano ricevere, a fine percorso, la patente di guida.

Informazioni

Se siete interessati a ospitare anche voi “A spasso con Leonardo” chiedete informazioni al 338 7580481

“Camminiamo insieme e arriveremo lontano”!

E’ questo il messaggio lanciato come obiettivo per l’anno appena cominciato, che vogliamo affrontare con quella passione e determinazione che ci caratterizzano.

Le conferme del 2018

Fare un bilancio delle esperienze vissute ci aiuta mettere a fuoco gli obiettivi da raggiungere, caricandoci delle giuste energie per gli appuntamenti già in programma.

Il 2018 è stato l’anno delle strategie di crescita, accompagnato dallo studio dei trend e delle tecnologie che sono oggi parte integrante dei nostri eventi.
Il team di lavoro è costantemente in evoluzione, grazie alla creazione di nuove partnership.

Abbiamo curato progetti ed eventi a misura di target e tipologia, al fianco di importanti brand, spaziando da contest per tifosi, ad inaugurazioni, trasformandoci in braccio operativo per l’allestimento di stand e diventando promotori e curatori di “installazioni” di mostre fotografiche in contesti inusuali.

Il 2018 è stato anche l’anno di importanti sfide.
Ci siamo misurati con prestigiosi brand dell’alta moda mondiale e presentati alle più importanti realtà del mondo dello sport italiano e alle multinazionali.

“Emozionare trasmettendo passione” è diventato il nostro claim.
Ci rappresenta perché ogni progetto ed evento è per noi “la storia che deve emozionare già dal racconto, alimentando il desiderio di vederla realizzata”.
In questo percorso di crescita Jo.in Events è diventata anche un marchio registrato, perché crediamo davvero nella forza delle idee e della nostra unicità.

Quali gli obiettivi del 2019

Sappiamo chiaramente dove siamo, ma anche dove vogliamo arrivare.
Come nella scrittura esplorativa vogliamo immaginare nuovi mondi, collaborazioni ed eventi che oggi non sappiamo ancora quali saranno.
Sempre in primo piano la voglia di studiare e la ricerca. Sono gli strumenti che ci permettono di proporre esperienze, trovare nuove collaborazioni in ambiti diversi, a fianco di chi – come come noi- ama osare.

Cosa abbiamo già in programma?

Ci aspettano spettacoli creati a misura per eventi prestigiosi, con coreografie d’autore e l’utilizzo delle nuove tecnologie. Abbiamo alcune date fissate per un tour per bambini, ma anche cene di Gala, allestimenti per aziende ed eventi corporate.
Siamo certi che la nostra curiosità ci porterà verso mondi nuovi con entusiasmo e una bella energia.

La nostra promessa?

Il filo conduttore è spesso ciò che manca agli eventi ai quali partecipiamo.
La nostra promessa è quella di creare continuamente progetti con una massima personalizzazione, in cui ciò che emerga sia l’anima… quella con la quale l’evento viene immaginato e realizzato con la massima cura di ciascun dettaglio, dalla progettazione alla realizzazione, dove sempre l’attenzione sia volta all’esperienza unica che si vuole fare vivere e soprattutto RICORDARE.

Scriveteci all’indirizzo info@joinevents.it e coinvolgeteci nelle nuove sfide che vi immaginate.

Noi siamo pronti a camminare con voi!

I “magnifici cinque” sono gli chef stellati che alimentano anche la nostra creatività.

Partecipiamo sempre con grande curiosità  ai progetti che vedono coinvolti i nostri partner.

In veste di loro ospiti, ci piace immaginare quello che potremmo creare insieme nei nostri eventi.

Location

La location è bellissima, una struttura in ferro che ricorda una grande serra allestita con gusto ed eleganza… quella richiesta per le grandi occasioni.

Ci accompagna all’ingresso una passerella caratterizzata dal gusto nella scelta delle luci e dalla cura del dettaglio per colori e posa .

Fa da sfondo il vecchio “albero della vita” illuminato con i suoi bellissimi colori: sembra essere rimasto li a testimoniare quello che è stato e viene ancora ricordato come un evento strepitoso per Milano.

Ci accolgono musica live, luci d’atmosfera, lunghi tavoli con fiori e candele, una bellissima donna con le spalle scoperte appesa ad una cornice dorata.

Dopo l’aperitivo di benvenuto raggiungiamo la parte centrale della struttura dove sono allestiti set originali di intrattenimento musicale ed elementi di arredo di diversi stili, adatti ad ogni occasione.

Chef stellati

Ai lati della struttura sono posizionate le “Isole di gusto“: le postazioni dei cinque chef stellati.

Il discorso di apertura della serata dà  il via alla degustazione dei piatti, che sono forse anche il “cavallo di battaglia” di alcuni dei prestigiosi chef.

Quello che si ci lascia sempre incantati è osservare l’abilità  e la naturalezza nella preparazione di piatti strepitosi.

Sono frutto dell’unione della maestria unica -propria di chi ha trasformato una passione in una professione- con materie prime, spesso semplicissime, di una qualità  fenomenale.

L’impiattamento invoglia l’assaggio, dal quale scaturisce un’esperienza di gusto, … quella che ci immaginiamo sempre di potere fare vivere nei nostri eventi.

Il cibo è un veicolo di comunicazione.

Ci sono storie che hanno portato a creare quel piatto, magari legate a dei ricordi accompagnati da profumi e sensazioni lontane nel tempo.

Quale esperienza vogliamo fare vivere?

Ogni volta che veniamo coinvolti nella progettazione di un evento partiamo proprio da questo:

“Quale storia vogliamo fare vivere ai nostri ospiti?
Dove li vogliamo accompagnare?
Cosa ci piacerebbe far ricordare del tempo che ci hanno dedicato?”

L’evento è stato scandito dal racconto dei piatti, alternato ad intrattenimento con sfilate in costumi originali e con concept a volte estremi.

Cosa ci portiamo a casa?

Sono scaturite alcune idee da cui partire … e da sviluppare con la nostra creatività insieme al nostro team di lavoro, guidata dalle esigenze dei nostri clienti.

Un grazie particolare per l’invito ad Andrea Raccanello e allo chef Gianni Tarabini del ristorante La Fiorida, con i quali siamo pronti a lavorare per voi insieme sui progetti che deciderete di affidarci.

 

Cercasi “Super Eroi”

Vi sentite “Superoi” in ciò che fate per innovazione, creatività, senso pratico, sfida e velocità di esecuzione?

E’ questa la storia che ci siamo immaginati per i nostri progetti.

Siamo partiti da ciò che sappiamo fare, dimostrando in primo luogo a noi stessi di poterli realizzare con il nostro brand.

Abbiamo esperienza, relazioni, curiosità e immaginazione.

Il coraggio non ci manca per realizzare, proporre e inventare attività sempre diverse.

Da dove partiamo?
Il nostro know how per lo sport è variegato:
– allestimenti di prestigio
– personalizzazione di aree per importanti sponsor
– brandizzazione di sky box
– contest con fun per amplificare la brand awareness, l’engagement, i leads
– eventi live in diretta Tv
– guinnes dei primati
– villaggi commerciali
– premiazioni di importanti giocatori emergenti
– creazione di format, animazioni e mascotte
– attivazione di sponsorizzazioni

Abbiamo già raccontato da dove arrivano le ispirazioni, come creiamo team di lavoro che operativamente contribuiscano a realizzare eventi non convenzionali.
Ma non ci basta più.

Il prossimo step?
Vogliamo realizzare eventi 6.0 per conquistare prestigiosi brand, società sportive e Aziende che investono nello sport e non solo.

E’ arrivato il momento di approfondire le nuove tecnologie immaginando eventi ancora più unici e soprattutto qualcosa di mai visto prima. Stiamo sviluppando e testando progetti, un’evoluzione di attività tradizionali mixate all’innovazione.

Ci siamo chiesti quale fosse il prossimo passo da fare per crescere, creandoci un’attenzionalità e un’appeal tutto nostro.

La risposta è stata immediata.
Un prodotto

  • unico,
  • esclusivo,
  • innovativo

 

Con il nostro team siamo partiti dall’ idea e la tecnologia.

Con il know how abbiamo immaginato le potenzialità, lo sviluppo e le applicazioni.

Abbiamo raccolto i primi feed back e l’interesse da parte di chi quel prodotto lo utilizzerebbe.

AAA cercasi chi?

Cerchiamo partner che vogliano far parte del progetto per la sua implementazione, comunicazione, contenuti creativi, commercializzazione.

Curiosi?

Se vi sentite “Superoi” scriveteci all’indirizzo info@joinevents.it

Saremo lieti di confrontarci con:
– creativi per contenuti in 3d, animazioni, giochi interattivi
– sviluppatori di app
– comunicazione digital
– commerciali digitali

Stiamo formando la nostra squadra!

Jo.in us … Jo.in our VISION!

Build for real” scritto sulla pedana della prima auto Lego funzionante, nello stand allestito in Piazza Gau Aulenti a Milano, uno dei quartieri più cool della città.

La macchina è davvero impressionante dal vivo: oltre 1.000.000 mattoncini Lego Technic assemblati e incastrati con uno studio del dettaglio unico.

Pensate che ci sono voluti 6 mesi di progettazione e ben 13.000 ore di lavoro per realizzarla.

Un’esperienza visiva di grande impatto per appassionati come noi accorsi appositamente anche da città diverse, oltre che per i passanti capitati per puro caso allo stand .

Tutto funzionante, pronto per l’uso, con luci di direzioni, fari, sedili, porte, 2.304 motori Lego Technic e 4.032 ruote dentate.

“Chissà se un giorno potrò costruire la mia macchina preferita e utilizzarla come voi fate con la vostra oggi?”

Questa la domanda di nostra figlia, grande appassionata di mattoncini con i quali crea e realizza mondi sempre diversi, assolutamente affascinata da un prodotto in scala 1:1 e soprattutto funzionante.

Tutti i visitatori dello stand -dai più piccoli ai più grandi- sono stati catturati proprio dalla bellezza dell’oggetto, intenti a fotografare e ammirarne i dettagli, la cura e l’attenzione con cui  ogni singolo mattoncino fosse incastrato con gli altri, appositamente scelto per tono di colore, forma e posizionato in un punto specifico per creare nel complesso uno straordinario “capolavoro di design e di ingegneria”.

Eventi come questi ci danno spunti interessanti per il nostro lavoro, alimentando la nostra creatività. Ci aiutano a stimolare l’immaginazione, imparando dai più grandi.

Ci sono piaciuti :

  • il prodotto che da solo avrebbe comunque fatto tutto: “Un’esperienza visiva di grande impatto “;
  • l’allestimento in linea con i due grandi brand;
  • l’attenzione per i bambini -prospect importantissimi- per i quali erano presenti diverse postazioni di gioco, dove potevano scatenare la propria creatività.

 

Abbiamo parlato, in un precedente articolo, in modo generale dell’organizzazione di un evento, ma vorremmo dare qui spazio alla progettazione.

Analizzeremo tutte le sue fasi elaborate, cercando di mettere in evidenza il “giusto valore” della creatività: è per realtà come la nostra il punto di partenza di quelli che sono da noi definiti eventi e progetti “non convenzionali” e il valore aggiunto del nostro lavoro.

Crediamo infatti nella forza delle idee, che rappresentano l’unicità e l’elemento distintivo rispetto a format preconfezionati nei concept, nelle strutture allestitive e nelle squadre di lavoro proposte da agenzie e altre realtà più strutturate.
Se avete domande, curiosità scriveteci all’indirizzo mail giovanna.fiolo@joinevents.it o lasciate un commento.
Saremo lieti di rispondervi e confrontarci con voi.

Location che ispirano: “Il sopralluogo”
Il nostro lavoro inizia sempre con lo studio degli spazi della location di un evento o di un allestimento personalizzato: “IL SOPRALLUOGO”. Ci facciamo ispirare proprio da li, dai colori, dagli ambienti, dalla gente che incrociamo o che osserviamo lavorare.
A volte ci troviamo di fronte a edifici ancora spogli, in costruzione dando piena libertà ed autonomia all’immaginazione.
 Lo abbiamo imparato nel passato e sotto altre vesti già nel primo stadio di proprietà in Italia, di cui ricordiamo i sopralluoghi con caschetti e scarpe antinfortunistiche in compagnia dei clienti, ai quali abbiamo raccontato, usando l’immaginazione, progetti di allestimento personalizzati dei propri sky box che poi abbiamo per loro realizzato.

La voce del cliente: “Orecchie e occhi aperti”
La seconda fase per noi fondamentale per la realizzazione del progetto è l’ascolto del cliente: IL BRIEF, che per noi non si limita a quanto detto in modo diretto con le parole, ma quello a tutto tondo con lo studio di ogni sguardo, movimento e atteggiamento.
Amiamo osservare le persone cercando di entrare più possibile in relazione, al di là del lavoro e dei progetti che verranno realizzati, scoprire ciò che fanno in azienda, ma anche conoscere la parte di mondo personale. 
Ci piacerebbe fotografarle mentre ci parlano, ma lo facciamo memorizzandone alcune espressioni, posture e atteggiamenti.
Di alcune ricordiamo persino l’abbigliamento, un accessorio particolare e se usano colori.
Siamo convinti che con l’empatia si creino progetti che toccano davvero corde uniche e che sappiano EMOZIONARE come proclamato dal nostro claim: “Emozionare trasmettendo passione!”

Fil rouge: “Il Concept”
Abbiamo finalmente molti elementi per entrare nella terza fase del progetto: le ispirazioni catturate dalla location, le informazioni ricevute dal cliente, a volte i colori che del brand o la forma e il carattere del logo, altre il prodotto o i valori che ci vengono trasmessi. 
Sono tutti gli elementi che messi nel giusto ordine ci aiutano a creare il filo conduttore -il CONCEPT- e a capire gli elementi utili per raggiungere gli obiettivi dell’evento.

Identikit: “Quali sono le priorità?”
Questo è il momento per dare delle priorità rispondendo ad alcuni quesiti:
”Chi sarà il target dell’evento?
 Che cosa potrà ricordare l’ospite? 
Un’esperienza? Il cibo? L’accoglienza?
 Lo spettacolo? L’intrattenimento musicale?
 Avrà dei momenti per lavorare? Se no, cosa dovremo fargli fare nei momenti di attesa? …” La chiamiamo la fase delle “ANALISI DELLE PRIORITÀ’” in relazione all’obiettivo dell’evento.

Creazione della “Squadra”
Individuate le priorità inizia la fase importantissima e impegnativa della “RICERCA DEL TEAM DI LAVORO”, perché è fondamentale trovare i giusti collaboratori e partner per la tipologia di evento, brand e target.
 Ci avvaliamo dei partner che ci supportano da anni perché affidabili e in costante evoluzione sui servizi che offrono, con soluzioni sempre diverse, al passo con le tecnologie che cambiano e che si innovano, con strutture allestitive mai banali, con artisti emergenti bravissimi tutti accomunati dal grande desiderio di mettersi in gioco.
La ricerca è però sempre in evoluzione e mirata al progetto.
Nasce dalla rete di relazioni create negli anni e riattivate all’occorrenza, o dal ricordo di un evento al quale abbiamo partecipato come ospiti – per noi fondamentale per studiare e per capire cosa vorremmo e non imparare a fare- o dal desiderio di creare un’esperienza da far vivere. In questo caso la ricerca è spesso più impegnativa perché richiede tempistiche analisi e ricerche più lunghe e accurate.

La presentazione: “Il vestito per il nostro progetto”
Per potere raccontare il progetto è fondamentale dare una forma chiara, diretta e che sappia catturare l’attenzione di chi dovrà sceglierci. 
Si entra infatti nella fase della PRESENTAZIONE , il “vestito delle idee che vogliamo proporre”.
Per noi deve essere esteticamente in linea con il brand del nostro cliente , con l’evento che stiamo proponendo sempre ricollegabile anche al nostro brand. 
Anche questa fase è realizzata e studiata ad hoc senza format confezionati o standardizzati.
Massima l’attenzione al singolo dettaglio: i testi brevi che raccontino la storia in modo chiaro ed efficace; i dettagli grafici che affianchino ciascun concetto; la scelta di immagini che supportino la storia dell’esperienza che vogliamo fare immaginare al nostro interlocutore e che desideriamo realizzare in esclusiva per lui.

Quanto costa? Alcune idee da cui partire

Se si conosce il budget è fondamentale- nel rispetto del cliente e delle sue aspettative – stare nel range indicato.
 In alcuni casi pensiamo che si possano affiancare degli “Optional” da proporre come soluzioni extra, che potranno valutare per validità, utilità o opportunità anche per futuri progetti.
Creare diversi pacchetti di offerte può essere utile quando non si conoscono i budget: possono essere il punto di partenza per potere anche in questo caso customizzare l’offerta a seconda dell’esigenza o della preferenza degli elementi delle offerte proposte.

Cosa succede ai progetti che non vengono realizzati, ma si fermano solo alla fase della presentazione?
Alcuni pensano che le idee contenute in quei progetti possano essere riutilizzate per altri clienti.
Ma per noi è difficile poterlo fare: “Ogni progetto è il frutto di uno studio accurato, minuzioso e dettagliato di quel cliente, della location, dell’esigenza e del suo obiettivo”

Una regia unica e originale: “Quale valore?”
Il nostro rischio d’impresa è il tempo dedicato alla creatività , che nasce ogni volta da una regia originale ed unica messa a disposizione per quel cliente, a cui viene dato valore solo nel momento della sua realizzazione.
In un’ottica ottimistica crediamo che sia sempre e comunque un’opportunità di crescita, di confronto e di conoscenza, che ci porta a studiare, cercare e approfondire ambiti sempre più ampi per potere offrire servizi e idee nuove ai nostri Clienti e Partner. Confidiamo in un futuro non così lontano di riuscire a trasmettere il valore della creatività, conquistando per essa anche un valore economico.

Eventi di Successo?

Spesso quando si parla di eventi molti non sanno quali siano le attività che precedono la sua realizzazione: l’organizzazione.

Per noi che ne abbiamo fatto la nostra professione è l’ ”Arte del saper immaginare anche l’inimmaginabile”.

Ci permette di prevedere, anticipare e risolvere criticità, lacune e problematiche trasformandole in un’opportunità a favore del nostro principale obiettivo:

“Il successo degli eventi che stiamo organizzando”!

In questo articolo proveremo a raccontare in modo generale la “macchina organizzativa” che deve mettersi in moto per la realizzazione di un evento idealmente perfetto.

Apriremo le porte alle fasi “suo” backstage.

In un secondo momento ci riserveremo  di raccontarvi cosa sia necessario non perdere di vista per rendere un evento unico ed originale:

particolari, modus operandi, eventuali curiosità, cosa ci ispira…

Buona lettura!

1- Il Brief
Quando si parla di brief per gli addetti ai lavori si intende ciò che il cliente ci ha comunicato in merito alla

– la tipologia di eventi (per il settore corporate può essere cena gala, presentazione prodotto, tour promozionale, incentive, inaugurazioni, mentre per lo sport: allestimenti personalizzati, visibilità, sponsorizzazioni non convenzionali, attività con i tifosi, eventi live…);
– il target da coinvolgere (dipendenti, top management, clienti fedeli, nuovi clienti, fun…);
– gli obiettivi (farsi conoscere, vendere prodotto, presentare un prodotto, incentivare propri dipendenti…).

2- La progettazione
Dal brief si passa alla fase più articolata : “La progettazione”
E’ la fase più importante, impegnativa e spesso meno valorizzata per le agenzie che come Jo.in Events creano e propongono solo progetti creati su misura.

Si inizia dal concept che si vuole dare, ossia il filo conduttore, che racconta l’ESPERIENZA che per noi deve essere vissuta dall’ospite, unita agli elementi che la compongono che nasce da un lavoro di team di professionisti coinvolti anche da ambiti più disparati.
Con il concept vengono sviluppati e individuati gli elementi dell’esperienza (catering, allestimenti, giochi, tecnologie, servizi per gli ospiti, gadget, spettacoli…)

ll tutto va presentato al cliente e condiviso con una forma anche grafica che diventi lo strumento adatto a comunicare e fare immaginare quanto raccontato.

3- Il budget
A seguito dell’incontro o già in fase di presentazione del progetto viene preparato il budget, ossia la somma dei costi che sono necessari per supportare l’evento, in linea con esigenze e preferenze del cliente.

4- Il coordinamento organizzativo
Con l’approvazione del preventivo di passa alla fase operativa con la scelta accurata e definitiva del team di lavoro (partner e collaboratori), importantissima per la riuscita dell’evento.
La calendarizzazione delle attività con le relative consegne per forniture, coordinamento allestimenti, appuntamenti, sopralluoghi, scadenze per richieste permessi e burocrazia.
Il giorno dell’evento è essenziale il massimo coordinamento tra location, cliente e team: bisogna “trasformarsi” in strumenti per agevolare al meglio il lavoro delle squadre di lavoro, cercando di anticiparne esigenze.

5- I feedback
Molti si chiederanno a questo punto quando arriva l’evento. Non racconteremo che l’evento deve essere realizzato seguendo lo story board immaginato, raccontato e organizzato. E’ l’ABC del nostro lavoro. Inutile dire che devono essere rispettate tempistiche, standard di qualità e coordinamento.

Ciò che vogliamo evidenziare è che il giorno dell’evento è il momento di massima attenzionalità perché è proprio da lì che riceviamo il nostro PRIMO IMPORTANTISSIMO FEEDBACK da parte dei fruitori dell’evento: GLI OSPITI.

Nel nostro lavoro è essenziale osservarli per capire la loro reazione, se piace ciò che abbiamo immaginato, se ci sia qualcosa che manca che avrebbero gradito ci fosse. Ci serve per migliorarci costantemente, anche a volte immaginando qualcosa in più per la prossima esperienza.

Il secondo feedback che richiediamo è quello del nostro TEAM per capire se l’organizzazione e il coordinamento abbia funzionato, cosa si possa migliorare con input che siano costruttivi anche per la “regia”.

L’ultimo step è il nostro CLIENTE al quale chiediamo sempre un feedback, anche in fase di progettazione, quando il progetto non viene portato avanti per capire cosa non abbia convinto. Il feedback che riceviamo invece dopo l’evento è un fondamentale momento di crescita, confronto, ma soprattutto la migliore recensione della nostra professionalità e credibilità sul mercato.